Manutenzione di una vecchia lavastoviglie

Manutenzione di una vecchia lavastoviglie

Non importa se ereditiamo una lavastoviglie ormai datata, magari da una zia allergica alla tecnologia, o se siamo in procinto di trasferirci in una nuova proprietà con la cucina già ammobiliata: se non abbiamo idea dell'ultima volta in cui è stata adoperata la macchina, prima di azionarla, è bene seguire alcuni semplici passi.

  1. Anzitutto, è consigliabile inserire una comune pastiglia di detersivo per lavastoviglie nell'apposito scompartimento e avviare un ciclo di lavaggio standard. Tale operazione ha un duplice scopo: da un lato, rinfresca la macchina e ci aiuta a sbarazzarci di qualsiasi odore di muffa; dall'altro, ci permette di controllare se sussistono eventuali perdite d'acqua. Al termine, possiamo ricorrere a un secondo lavaggio, aggiungendo un detersivo per lavastoviglie specificamente sviluppato per prendersi cura delle parti vitali della macchina, come Finish CuraLavastoviglie 5X Power Actions. Questo speciale detersivo per lavastoviglie rimuove efficacemente i residui di grasso e calcare, lasciando il nostro prezioso elettrodomestico naturalmente fresco e pulito.
  2. Supponendo non si verifichino perdite, urti o rumori che possano far pensare a un malfunzionamento della macchina (che, altrimenti, andrebbero sottoposti al consulto di un esperto), possiamo passare a una pulizia della lavastoviglie ancor più accurata. Rimuoviamo i cestelli, compreso quello delle posate, e i bracci irroratori. Assicuriamoci che i loro fori non siano intasati, verificando come scorre l'acqua al loro interno. Per asportare eventuali ostruzioni, possiamo servirci di un semplice stuzzicadenti.
  3. Riempiamo una ciotola con acqua calda, a cui miscelare una piccola dose di sapone neutro o, meglio ancora, di uno specifico detersivo per lavastoviglie. Immergiamo una spugna in questa soluzione, quindi puliamo l'interno della macchina, concentrandoci soprattutto sui bordi del portellone, dove cibo e sporcizia tendono ad accumularsi. Non dimentichiamo di pulire la guarnizione in gomma dello sportello, per la quale possiamo servirci di un cotton fioc.
  4. Diamo un'occhiata al filtro di scarico posto sul fondo della lavastoviglie. Se dovessero essere presenti residui di cibo, possiamo rimuoverli usando un vecchio spazzolino da denti.
  5. Cerchiamo di non dimenticarci del sale, oltre che del detersivo per lavastoviglie. Finish Cristalli di Sale 5X Power Actions addolcisce l'acqua, prevenendo la formazione di accumuli di calcare e migliorando la qualità di lavaggio.
  6. Al detersivo per lavastoviglie, va sommata l'efficacia del brillantante: questo ci permette di scongiurare le macchie d'acqua sulla nostra vetreria e ci assicura un'asciugatura più rapida ed efficace. Prendiamo in considerazione l'uso di un deodorante per lavastoviglie, per eliminare gli odori sgradevoli che possono persistere tra un lavaggio e l'altro.
  7. Riserviamo le stesse cure alla parte esterna della lavastoviglie, pulendola regolarmente con un panno umido.

 

Scegli la tipologia di prodotto che ti interessa:

1. Sale per lavastoviglie
2. Pulizia lavastoviglie
3. Pastiglie per lavastoviglie

Altri articoli che potrebbero interessarti:

1. Miglior detersivo per lavastoviglie e recipienti smaltati
2. Bicchieri Opachi: Comprendere il Problema
3. Acqua Dura e Calcare