Come pulire la cucina creando spazio per una lavastoviglie

Come pulire la cucina creando spazio per una lavastoviglie

Spesso le cucine si rivelano camere anguste, traboccanti di cose che assai raramente vengono utilizzate e che sembrano servire soltanto ad esserci di impaccio.

Piatti e ciotole scheggiati, che sarebbe imbarazzante servire a tavola, languono in fondo agli armadi, rendendo di fatto impossibile un arredo più essenziale, come meriterebbe invece una cucina moderna, munita di pratica lavastoviglie.

Come pulire la cucina, dunque, da inutili ingombri? Proviamo a seguire questa semplice guida per guadagnare spazio e tempo.

Come pulire la cucina grazie al senso d'organizzazione

Si inizia, riunendo tutti i prodotti per la pulizia, uno scatolone per la beneficenza, robusti sacchi condominiali e una grande ciotola con acqua calda e sapone. Dopodiché, si estrae tutto il contenuto di armadietti e dispensa e si appoggia sul tavolo, al centro della cucina, o, meglio ancora, in una stanza diversa. A questo punto, si è pronti per fare tabula rasa...

Come pulire la cucina da inutili ingombri

Diamo davvero tanti ricevimenti da giustificare tutti quei servizi di piatti? E il frullatore lo usiamo mai se non in estate? E il kit per la fonduta di cioccolato? Tutto ciò che non si usa abitualmente serve soltanto ad ingombrare e a divorare spazio. Scatole di plastica impilabili terranno puliti e asciutti gli oggetti che ci servono solo occasionalmente e che conserveremo altrove (soffitta e garage saranno luoghi perfetti allo scopo). Gli elementi che invece pensiamo di non usare più, li devolveremo in beneficenza. Se poi disponiamo di regali costosi che però non utilizziamo, potremmo anche venderli su eBay, ricavandoci qualche soldo. E quel denaro extra potrebbe essere impiegato per coronare un sogno: l'acquisto di una bella lavastoviglie.

Come pulire la cucina con razionalità

Abbiamo realmente bisogno di 20 coperti da tavolo e 50 bicchieri di cristallo? Siamo sicuri di non poterne fare assolutamente a meno? Proviamo a fare una cernita e ad allontanare dalla cucina ciò che ci sembra in eccesso. Quel che non ci occorrerà più sarà meglio darlo in beneficenza oppure venderlo. Servizi da tè dal sapore nostalgico, antiche stoviglie e posate di pregio possono essere molto appetibili. Tutto ciò che è scheggiato, invece, e che non metteremmo mai in tavola, troverà più consono alloggiamento nel bidone della spazzatura.

Come pulire la cucina rottamando il possibile

Cucchiai di legno spezzati e scatole di biscotti arrugginite, che hanno già fatto il loro tempo, vanno rottamati senza ripensamenti. Teglie inutilizzabili, pentole dai manici traballanti e pericolosi, padelle che hanno perso il loro rivestimento antiaderente, meritano stessa sorte. I canovacci bucati possono essere gettati o promossi a panni per le pulizie. A noi la scelta.

Come pulire la cucina con spirito d'osservazione

Controlliamo le date di scadenza degli alimenti in scatola e liberiamoci di quelli scaduti. Quando ci imbattiamo nel tubetto di ketchup aperto un anno prima, convinciamoci che il suo posto più appropriato è il bidone. Facciamocene una ragione. Organizziamo la dispensa nel modo più razionale possibile. Prendiamo esempio dalle scaffalature dei supermercati, impariamo a mettere il cibo in cestelli di plastica, in modo da poterli facilmente sollevare e renderci conto di cosa disponiamo, sfruttiamo lo spazio verticale impilando i cestelli l'uno sull'altro. Ricaviamo, insomma, spazio prezioso dagli ingombri inutili.

Come pulire la cucina creando spazi nuovi

Ora che gli armadietti e le superfici di lavoro sono finalmente liberi, facciamo mente locale su come disporre la cucina rinnovata. Guardiamo dove si trovano le prese di corrente, e come conviene disporre le aree più in uso. Creiamo un angolo bar: tazze e tazzine, le bustine del tè, lo zucchero e il barattolo del caffè non dovranno essere collocati lontani dal bollitore e dalla moka, che, a loro volta, saranno nei pressi del cassetto delle posate e, possibilmente, anche del frigo. Il tostapane, invece, dovrebbe trovarsi vicino al contenitore del pane e questo a sua volta vicino al tagliere. Va da sé che i posti più difficili da raggiungere negli armadi dovrebbero contenere gli elementi che si utilizzano meno. Non riempire troppo le credenze, ma neppure mettere così poco in ogni pensile da occupare spazio inutilmente. Gli armadietti vuoti ci faranno capire come poter ridisporre la nostra cucina, per installare l'agognata lavastoviglie. Una lavastoviglie compatta misura appena 44 x 55 x 52 cm, mentre una da nove coperti è larga solo 45 cm, ovvero quanto un armadietto standard.

Così ci ritroveremo con una cucina in ordine, comprensiva di tutto, lavello incluso. Ma non sarà più questo, nè tanto meno il nostro olio di gomito, a lavare i piatti da oggi in poi.

 

Scegli il tuo prodotto preferito:

1. Finish Cristalli di Sale 5X Power Actions - Sale per lavastoviglie
2. Finish CuraLavastoviglie 5X Power Actions - Per la pulizia della lavastoviglie
3. Finish Brillantante 5X Power Actions Original - Brillantante per lavastoviglie

Altri articoli che potrebbero interessarti:

1. Miglior detersivo per lavastoviglie e recipienti smaltati
2. Bicchieri Opachi: Comprendere il Problema
3. Acqua Dura e Calcare