Lavaggio a mano vs. lavaggio in lavastoviglie

Ti domandi se sia meglio lavare i piatti a mano o lavarli in lavastoviglie? Di seguito abbiamo elencato le principali differenze tra lavaggio a mano e lavaggio in lavastoviglie di cui è bene essere a conoscenza.

Risparmio di tempo

La lavastoviglie ha il compito di semplificarci la vita. Puoi sbarazzarti in un attimo dei piatti da lavare, devi semplicemente caricarli al suo interno e, nell’attesa, dedicarti ad attività più importanti.

Lavare un carico completo a mano (comprensivo di utensili da cucina, pentole, padelle e piatti) può richiedere fino a 60 minuti. Sebbene, a seconda del programma impostato, il ciclo di lavaggio può durare più a lungo, l'unico impegno a noi richiesto è quello di caricare la lavastoviglie e svuotarla una volta che il a ciclo è finito. Ciò significa che risparmierai in media 4 ore alla settimana [1].


Salute delle stoviglie

A chi non è mai capitato di rompere qualche piatto? D'altra parte, basta un attimo di distrazione perché questo sfugga accidentalmente dalle nostre mani mentre lo laviamo e vada a infrangersi sul pavimento, nel lavandino o sul piano di lavoro. E anche ai bicchieri non tocca spesso una sorte migliore. All'interno della lavastoviglie, però, i piatti e i bicchieri sono disposti in modo sicuro, e restano ben saldi sia in fase di lavaggio, sia durante la loro asciugatura.

Una pulizia migliore

Siamo umani e le nostre mani non potrebbero sopportare la temperatura dell'acqua richiesta per uccidere i batteri e donare ai piatti una pulizia profonda. Di conseguenza, utilizziamo spesso l'acqua fredda o tiepida per lavare i nostri piatti. Inoltre, è risaputo che la cucina è una delle stanze della casa più infestate dai germi[1]; ciò significa che tutti gli oggetti presenti in cucina, inclusi i piatti, necessitano di una pulizia accurata.

La lavastoviglie, dotata di getti potenti e apposite griglie, fornisce la pulizia necessaria utilizzando acqua molto calda (60°C o più) abbinata a detergenti potenti in un volume concentrato d'acqua.  Le lavastoviglie sono dei validi strumenti di pulizia, mentre il lavaggio a mano può essere talvolta inefficace.


Risparmio di soldi

"La lavastoviglie mi farà risparmiare soldi"? Questa è la domanda che si pone giustamente ogni potenziale acquirente. Ovviamente, vi sono diverse variabili da considerare (tra cui il numero di persone che abitano in una casa, il numero di pranzi preparati, l'efficienza della lavastoviglie), le quali rendono il dibattito più complesso. Dopotutto, però, non esiste una famiglia "tipo". Una coppia sposata e senza figli userà la lavastoviglie molto meno rispetto a una famiglia di cinque persone nell'arco di una settimana, un mese o un anno.

È credenza comune, ma altrettanto errata, che lavare i piatti a mano sia la scelta più economica. In realtà, la verità è ben diversa. Infatti, i modelli più recenti consumano quantità d'acqua e di energia minime, pertanto il costo a lavaggio può essere inferiore rispetto a quanto si pensi.

Lavaggio a mano vs. I miti della lavastoviglie: acqua ed energia

  • Acqua

Il prelavaggio sicuramente comporta un consumo maggiore d'acqua rispetto a riporre i piatti direttamente nella lavastoviglie. In media, il prelavaggio dei piatti causa uno spreco pari a più di 27.000 litri d'acqua all'anno. [1] In confronto, quindi, l'utilizzo della lavastoviglie è la scelta migliore per l'ambiente. La lavastoviglie ricicla una quantità limitata d'acqua, la quale, non scorrendo continuamente, non viene sprecata. In media una lavastoviglie consuma appena 12 litri d'acqua[2]. Il risultato? Un netto risparmio sulle bollette dell'acqua. Rimuovi i residui di cibo dai piatti prima di caricarli in lavastoviglie e usa Finish Quantum MAX per ottenere una pulizia impeccabile e brillantezza scintillante.


  • Energia

Uno studio condotto tra il 2007 e il 2008 su 200 famiglie ha rilevato che, coloro che possedevano una lavastoviglie e la utilizzavano nel modo più efficace (ovvero, a pieno carico), hanno consumato in media il 50% di acqua in meno e il 28% di energia in meno rispetto a coloro che non la possedevano[1]. Ulteriori studi hanno inoltre riscontrato che il lavaggio a mano di un carico completo di stoviglie richiede 60 minuti di tempo e il consumo di 49 litri d'acqua calda, rispetto ai soli 12 litri d'acqua e 9 minuti necessari per caricare la lavastoviglie e svuotarla a ciclo concluso[2].

Utilizza il nostro pratico calcolatore per scoprire il risparmio derivante dall’uso della lavastoviglie. Il calcolatore considera il consumo di acqua ed energia settimanale per stimare il risparmio sui costi all'anno rispetto a quelli richiesti per il lavaggio a mano. Usa i cursori per indicare da quante persone è composta la tua famiglia e il numero di pasti cucinati seguiti dal lavaggio a mano dei piatti adoperati. Noterai che anche le famiglie con meno persone possono risparmiare soldi ed energia grazie alla lavastoviglie.

Ogni singolo centesimo è importante e, considerando gli altri innumerevoli benefici derivanti dall'uso della lavastoviglie, tutto porta alla conclusione che è un investimento che ne vale la pena.