I trucchi per scattare foto di cibo perfette

I trucchi per scattare foto di cibo perfette

Fotografare il cibo è diventata una vera e propria tendenza. Ne sono un'inconfutabile prova le milioni di foto pubblicate su Instagram, contrassegnate dall'hashtag #food. Non importa se siamo degli chef provetti o dei semplici appassionati di buona cucina: condividere le foto dei nostri piatti è un modo per allettare e ingolosire, oltre a testimoniare il ricordo delle creazioni culinarie che riteniamo meglio riuscite.

Dalla presenza di bicchieri opachi o scheggiati alla scarsa luminosità ambientale, vi sono diversi fattori che possono compromettere la qualità delle nostre foto. Ecco, quindi, alcuni consigli per ottenere scatti di cibo perfetti, che rendano merito alla bontà delle nostre pietanze.

Tutto sta nella preparazione

L'occhio vuole la sua parte, anche a tavola. Perché non usare uno spiralizer per realizzare originali spaghetti di zucchine? O servirci di un comune pelapatate per creare riccioli di parmigiano? Tagliare le verdure in forme insolite dona un tocco di creatività ai nostri piatti.

Come servire il cibo

Al bando piatti e bicchieri opachi: servire le nostre pietanze in stoviglie perfettamente pulite e brillanti è una regola imprescindibile, soprattutto se abbiamo intenzione di arricchire la foto con filtri ed effetti speciali, che hanno la pecca di evidenziare tali difetti. Su Instagram, possono venirci in soccorso filtri come "Juno", che vivacizza i colori caldi, o "Ludwig", ideato per esaltare le forme geometriche e che, di conseguenza, ben si presta a rendere le nostre composizioni culinarie ancor più succulente.

Per dire addio per sempre a piatti e bicchieri opachi, possiamo ricorrere a Finish Quantum MAX Brillantezza e Protezione, che combina un'efficace azione pulente alla tecnologia salvavetro, pensata per proteggere la brillantezza delle nostre stoviglie.

Cerchiamo inoltre di non trascurare l'allestimento, ovvero il set dedicato allo scatto. Via libera alla creatività, magari puntando su servizi da tavola insoliti nella forma e nei colori. Un peperone giallo adagiato su un letto di lattuga è sempre un must, ma ospitare tale prelibatezza in un'ampia ciotola in terracotta significa donare al piatto un look mediterraneo, capace di indurre particolari suggestioni nello spettatore.

I colori, un fattore chiave

Giocare con le tonalità a contrasto è spesso garanzia di successo. Ad esempio, perché non combinare l'intensità della cipolla rossa con la freschezza del verde delle foglie di insalata? O i toni caldi di un peperoncino scarlatto a quelli più delicati della pasta e degli asparagi? Il segreto sta nell'utilizzare massimo 3-4 colori, per evitare un'accozzaglia che può risultare pacchiana.

Occhio a sfondi e angolazioni

Fotografare il cibo dall'alto non è una regola universale. Meglio giocare con diverse inquadrature, fino a trovare quella che meglio valorizza la nostra pietanza. Se abbiamo preparato un piatto marocchino, ad esempio, possiamo disporlo su una tovaglia a trama geometrica per esaltarne l'autenticità. O accompagnarlo con bicchieri da tè decorati come gioielli, per aggiungere profondità e calore allo scatto. L'aroma speziato della cucina nordafricana sembrerà sprigionarsi dalla foto!

Ancora una volta, cerchiamo di evitare piatti e bicchieri opachi come la peste: per conservare la luminosità delle nostre stoviglie basta usare un prodotto specifico, come Finish Quantum MAX Brillantezza e Protezione.

L'importanza dell'illuminazione

Cerchiamo di fotografare i nostri piatti sfruttando la luce naturale ed evitando il flash, che ha la pecca di rendere lo scatto più freddo e smorto. Se necessario, possiamo ricorrere a una fonte di luce artificiale, come una torcia o una lampada da tavolo.

Prima di condividere la foto del nostro piatto, proviamo a giocare con i livelli di contrasto e saturazione, o ad applicare filtri come "Rise", che con la sue tonalità seppia dona calore all'immagine, o "Hefe", che sfocando gli angoli porta il soggetto principale al centro dell'inquadratura.

Questo è tutto. Una volta soddisfatti del risultato, non ci resterà che pubblicare la foto del piatto online per far venire l'acquolina a tutti i nostri amici!